lunedì 7 gennaio 2008

La monnezza di Napoli anche sulla BBC



In alto: una foto dell'oasi naturalistica del cratere degli Astroni.


BBC News ha pubblicato oggi un articolo sulla crisi dei rifiuti di Napoli, intitolato "I soldati rimuovono i rifiuti di Napoli con i buldozer".


Alcune considerazioni del sottoscritto:

- la BBC afferma che la UE ha minacciato gravi sanzioni se la crisi non sarà risolta entro questa settimana. Si ventila infatti l'ipotesi di violazione di direttiva UE da parte del governo italiano;

- l'articolo sottolinea come il problema dei rifiuti risalga a 15 anni fa; fra parentesi, proprio il sito BBC ha un vecchio articolo online, risalente al marzo 2004, che parla di una delle tante "emergenze" napoletane dovute ai rifiuti non raccolti (questo l'articolo);

- in un altro articolo del 2002 che metteva a confronto i paesi industriali sul trattamento dei rifiuti (QUI), viene calcolata la percentuale di raccolta differenziata fatta da ciascuno: Austria 50%, Germania 46%, Paesi Bassi 43%, USA 28%... e l'Italia? Un tristissimo 3%. Questo per dire che i paesi che vengono tirati in ballo per dimostrare l'efficacia dei termovalorizzatori per la gestione del ciclo dei rifiuti, si sono anche dotati di una raccolta differenziata molto più efficiente della nostra. Noi, invece, negli inceneritori ci buttiamo davvero tutto.

- l'articolo della BBC chiude sottolineando che "in 15 anni di promesse, lo stato italiano ha speso qualcosa come 2 miliardi di euro nel tentativo, fallimentare, di fare pulizia dei rifiuti".
Eh...? 2 miliardi di euro?! Avete idea di quanti impianti di gassificazione dei rifiuti ci avremmo potuto realizzare con una somma del genere?


Nonostante tutto questo, oggi leggo dell'appoggio del leader del neonato PD, Walter Veltroni, all'operato di Bassolino. Se è vera la massima secondo cui "come in alto così in basso", mi aspetto i fuochi d'artificio da un ipotetico Veltroni premier italiano! (segue un brivido d'orrore lungo la spina dorsale)

Nessun commento: