venerdì 27 luglio 2007

L'ICI di Prodi




Gentile signor Prodi,

ricordo nitidamente, e con me qualche milione di italiani, che al confronto televisivo vis-a-vis con il signor Berlusconi e moderato da Mimun, promise un abbassamento dell'ICI. Ciò avveniva poco più di un anno fa.

Oggi leggo che il signor Rutelli, parlando del tesoretto e della proposta di utilizzarne una parte per abbassare l'ICI, affermerebbe di ritenerlo un “provvedimento speciale... si fa una Finanziaria come quella che abbiamo fatto, poi si scopre che ci sono risorse aggiuntive, il cosiddetto tesoretto".

Allora riassumendo:
- il tesoretto è una specie di piacevole sopresa, non preventivata in finanziaria;
- senza il tesoretto l'ICI rimane uguale, niente abbassamenti.

Dunque, signor Prodi, ecco la mia domanda: come pensava mai di abbassare l'ICI quando, un anno fa, tirò fuori dal cilindro magico questo proclama? E se aveva un programma a riguardo, perché non l'ha realizzato indipendentemente dal tesoretto?
Non sarà (mi perdoni la malizia) che si trattava solo di una sparata attiravoti, una furbata a pochi giorni dall'andata alle urne?

Nessun commento: